Il progetto di arte ambientale in difesa della fauna ittica della Maremma sarà presentato a Carrara, nel corso di un’iniziativa aperta alla cittadinanza
Venerdì 26 ottobre 2013, presso i laboratori di scultura Studi d’Arte Cave Michelangelo, in via Piave 32 a Carrara si è svolta la presentazione del progetto ambientale La casa dei pesci, che dall’estate scorsa vede impegnate le aziende del Gruppo Barattini. In occasione dell’evento aperto alla cittadinanza Luciano Massari, artista e direttore di Studi d’Arte Cave Michelangelo, lancerà una chiamata all’arte, un appello ai giovani artisti del territorio e alle scuole di ogni ordine e grado (dalla scuola materna all’Accademia di Belle Arti) al fine di attuare un’azione partecipata, attraverso idee e realizzazioni che saranno messe a punto nei laboratori.

Il progetto illustrato alla stampa lo scorso 29 giugno, alla presenza di Fulco Pratesi, Presidente onorario del WWF Italia, dei Sindaci di Orbetello, Magliano in Toscana e Grosseto, del Vice Presidente della Provincia di Grosseto Marco Sabatini e dell’Assessore all’Ambiente della Regione Toscana Anna Rita Bramerini, entra nel vivo della sua realizzazione, grazie a Franco Barattini, Presidente delle Cave Michelangelo di Carrara.

Nello scorso giugno l’imprenditore ha donato all’Associazione Comitato per La Casa dei Pesci Onlus un centinaio di blocchi di marmo che saranno posizionati in mare, dopo l’intervento di scultori del luogo, amanti della natura e semplici cittadini come dissuasori a difesa e della fauna ittica del litorale maremmano e anche per il ripopolamento. I blocchi, che saranno sommersi e dunque non più visibili, porteranno ugualmente il segno della creatività conservando, anche nel fondo del mare, l’identità forte del marmo, materiale per eccellenza dell’arte e della scultura. Con questo atto di donazione diventano realtà i sogni e le lotte del pescatore Paolo Fanciulli, che ha fortemente voluto il progetto e che da anni si batte per un’idea sostenibile della pesca.

A completamento dell’installazione marina sarà realizzato il Giardino dell’Arte, progettato con la consulenza delle Art Manager Alessandra Lancellotti e Mariella Poli, che prevede la collocazione di 9 grandi sculture ambientali (a Talamone, Cala di Forno e Marina di Alberese) che colloquieranno con la natura del luogo creando un’ulteriore valorizzazione di un territorio unico come la Maremma, protetto e amato in tutto il mondo. Le sculture saranno ideate ed eseguite da artisti di livello internazionale quali Beverly Pepper, Luciano Massari, Girolamo Ciulla, Emanuele De Reggi che a loro volta inviteranno 3 giovani artisti, a rappresentare il futuro di un mare migliore. L’arte e la creatività si uniscono per l’ambiente, contro l’illegalità, per coniugare sostenibilità, bellezza e migliore fruizione del mare e di un territorio che è il luogo del cuore per tantissime persone.

La Casa dei Pesci è promossa da Naturalmente Toscana – Consorzio Aziende del Parco della Maremma, Paolo il Pescatore –Pescaturismo Sirena, Planet Life Economy Foundation, Associazione Ars Inter Populos, WWF Italia, MAREVIVO, Italia Nostra Sez. Grosseto, Fondazione ForPlanet, AGCI Agrital – Associazione Generale Cooperative Italiane, Gruppo Cave Michelangelo, Circolo della Vela Talamone, FIPSAS – Federazione Italiana Pesca sportive e attività subacquee, UNPLI – Unione Nazionale Proloco d’Italia, Proloco Talamone, Alborensis – Proloco Alberese-Rispescia, Consorzio Bonifica Grossetana, Camera di Commercio Industria e Artigianato di Grosseto.

tratto da Intoscana

Contatto rapido

Non sono disponibile al momento, ma potete lasciarmi un messaggio e vi risponderò al più presto. Grazie.

Un gesto d'amore Alessandra Lancellotti psicologo life coach psicoterapeutaPresentazione “La casa dei pesci”