LA SFIDA dell’intraprendenza passa per l’arte. Venerdì sera, a Porto Lotti, la delegazione spezzina dell’European Women’s Management Development, si è riunita per effettuare la consegna della rassegna stampa e anticipare le attività della stagione, alla presenza delle dieci vincitrici del ‘Premio Donna Leader’. Clara Paganini ha elencato gli eventi: si comincia il 19 ottobre a Brescia, dopo un workshop internazionale, con l’assegnazione del ‘Premio Donna Leader’. Seguono aperitivi ‘letteralfinanziari’, lo sviluppo del modello ‘Donna Leader’, un’iniziativa per il conservatorio della Spezia e alcune presentazioni di libri. Ospite d’onore della serata è stata la dottoressa Alessandra Lancellotti (al centro nella foto), psicologa, scrittrice, giornalista e scopritrice di talenti, autrice del primo libro di neuroestetica in Italia. «Alla prima seduta ai pazienti chiedo innanzitutto un disegno. Nella pittura intravedo i segni dell’inconscio personale o collettivo, il mito da cui prende forza o il rito a cui si attiene—ha spiegato la Lancellotti —. A guardare il bello secerniamo adrenalina, raddoppiamo i neuroni, crescono le sinapsi, si alzano le difese immunitarie».
Arte che cura, cercata negli schizzi ‘a caldo’ dei pazienti o nella freddezza del marmo degli scultori: così è nato il libro Ritratti d’autore. Dal sublime… al subliminale, un’interpretazione psicanalitica di alcune opere degli scultori e pittori, edito da Athena. La bellezza influisce sul cervello Ma bisogna cercarla: come ha concluso la Lancellotti, «senza tirare fuori il ‘filo d’oro’ dentro di
noi, ovvero il talento, non si va da nessuna parte».

mel. s.

La nazione, 18 settembre 2011

Contatto rapido

Non sono disponibile al momento, ma potete lasciarmi un messaggio e vi risponderò al più presto. Grazie.

Il memoriale mette nei guai Gigliola Alessandra Lancellotti psicologo life coach psicoterapeutaA scuola per diventar cattivi Alessandra Lancellotti psicologo life coach psicoterapeuta