A Sagliano Micca morirono due fratelli e i genitori incolpati di abusi sessuali. Coinvolti nell’accusa due consulenti delle inchieste “Veleno” e “Angeli e demoni”. Alessandra Lancellotti chiede di riesaminare

Reggio Emilia, 9 lug. (AdnKronos) – “La storia si ripete, come quello che si è scoperto pochi giorni fa a Reggio Emilia nel centro Hansel e Gretel, e si rilegge il tutto alla luce del noto episodio del 1996 in provincia di Biella: una famiglia di Sagliano Micca, incolpata ingiustamente di abusi sessuali, si suicidò, mamma, papà e i due fratellini. Si dichiararono innocenti, ma non vennero ascoltati. Straziante il biglietto lasciato prima del gesto estremo: ‘In una nazione in cui non c’è verità né giustizia non si può vivere'”. A raccontarlo è la psicologa Alessandra Lancellotti, che all’epoca seguì la famiglia come consulente di parte: “Si basò tutto su una narrazione bugiarda, che distrusse un’intera famiglia nell’impossibilità di provare la propria innocenza”.

Leggete qui l’articolo completo

Contatto rapido

Non sono disponibile al momento, ma potete lasciarmi un messaggio e vi risponderò al più presto. Grazie.

alessandra lancellotti angeli demoni caso moncalieri