A Veridiana

Ho conosciuto Viridiana, prima che partisse per questa “prova”estrema, in luglio.
Viridiana è nata da famiglia tedesca, operosa, semplice, con un grande senso del dovere e della gratitudine nei confronti di Dio e della Provvidenza. Allegra e piena di vita,Viridiana a soli 22 anni tenta la fortuna, come la sorella, e viene in Italia.
Le condizioni economiche della famiglia non erano così buone da dotarle di una possibilità di studio e di lavoro.
Ricorda Viridiana che quando aveva sei anni si doveva alzare la mattina prestissimo per tirar fuori le uova dalle covate (erano più di mille le galline!). Alle sette, dopo questo “lavoro” (mettere assieme quasi mille uova senza fare una frittata!), prendeva la sua bicicletta e si faceva trenta km per andare alla più vicina scuola elementare… trenta andare e trenta tornare!
Ma la sua natura gentile e responsabile non le hanno permesso di lamentarsi mai di uno stile di vita cosi duro.
Tanti sacrifici cui andava incontro, sempre con il sorriso sulla bocca, poichè,mi dice, “Dio è buono!”
Di forte sentimento religioso, dunque, e di assoluti buoni principi, Viridiana è stata espulsa dall’Isola, dopo non essere mai stata nominata, durante la penultima puntata…

“CARA Veridiana, ti avevo promesso di esserci al tuo ritorno dall’Isola. Ma purtroppo, per motivi di lavoro, sono lontana da te.
Ed ecco cosa voglio dirti, come una madre con la sua figliola.
Sei stata bravissima, Veridiana. Forte, allegra, non hai messo zizzania da nessuna parte.
Fin troppo. Ingenua e spensierata, ti sei annichilita nel tuo sentimento amoroso, forse come ha fatto tua madre?
Talmente generosa e incapace di “vedere” la realtà, che la realtà ti ha fatto fuori. Ma anche il tuo amore ti ha fatto fuori…
Ricordi nella prova con gli occhialini? TU avevi vinto, E NON HAI OPPOSTO RESISTENZA A COLUI CHE avrebbe dovuto, se non altro per spirito di solidarietà e di sportività, lasciarti vincere!
Lì sei mancata, Veridiana, gli hai ceduto il posto, convinta di ricevere lo stesso tipo di amore sacrificale che tu gli hai dato.
Ti sei talmente tanto dedicata a lui, che hai dimenticato il gruppo, Belen (ma forse con il tuo silenzio volevi coprirla?), ma soprattutto hai dimenticato TE STESSA.
Ti sei annullata psicologicamente… con il risultato che sei sembrata falsa! Io che ti conosco, ti difendo a spada tratta.
Non si è più abituati al tipo di pudore e riservatezza di cui tu sei stata l’esempio all’isola. Simili valori, come altri, sono stati relegati e al posto di essi sono venuti fuori arroganza e capacità di stravolgere la verità. Tu hai taciuto sempre, chinando la testa e girando il tuo dolce sorriso verso l’orizzonte.
Ti dico, anche se da lontano: la prossima volta guarda bene negli occhi delle persone e affrontale! Già dai primi movimenti amorosi con Leo, avevi visto che si guardava allo specchio come Narciso.
E che poco faceva veramente per te. Difenditi, Veridiana, dal tuo troppo amore, che è causa di idealizzazioni mal poste.
Difenditi dalle persone che non sanno apprezzare la qualità dei tuoi sentimenti! Difenditi da chi ti ha dato della falsa.
La tua riservatezza, che è dote di famiglia, conservala sempre con te e cerca di imparare da questo programma dell’Isola che in questo mondo ci vuole aggressività, senso di se stessi, senso del reale che sta nel virtuale. Fatti  rispettare di più, aumenta la tuo autostima, non solo rifugiandoti nell’amore per un ragazzo, ma dandoti da fare perchè la tua storia personale, fatta di sacrifici e umiliazioni, abbia senso anche per gli altri. Racconta a tutti cosa ti è costato stare lontana dalla tua famiglia, cosa ti è costata in termini psicologici l’intera vicenda di cui sei stata in parte protagonista e vittima. Per una volta, (non lo fai mai!) lamentati di essere stata poco considerata.
Arrabbiati per i gesti cosi poco disponibili di Leonardo. Fai sapere chi sei e quanto vali!
Impara ora che sei naufragata, a come si sta sull’isola… della vita!

Tua
Alessandra Lancellotti  

Contatto rapido

Non sono disponibile al momento, ma potete lasciarmi un messaggio e vi risponderò al più presto. Grazie.

Figli di mamma, i papà vi vogliono Alessandra Lancellotti psicologo life coach psicoterapeutaSe il cuore resta a casa Alessandra Lancellotti psicologo life coach psicoterapeuta